Marzamemi: il borgo dei pescatori

Marzamemi: il borgo dei pescatori

L’anno scorso ho visitato uno dei borghi più belli della Sicilia, si trova poco più a sud di Siracusa e si chiama Marzamemi.

Il borgo sorge e si sviluppa interamente sul mare. La nascita risale intorno all’anno mille, quando gli Arabi vi costruirono la Tonnara, che per molti secoli fu la più importante della Sicilia Orientale.

Il borgo di Marzamemi è caratterizzato da una fantastica piazza, Piazza Regina Margherita, nella quale si affacciano due chiese dedicate entrambe al santo patrono San Francesco di Paola, una Tonnara, il Palazzo di Villadorata e tutt’attorno, le case dei pescatori, risalenti al 1600.

Subito dopo la piccola piazzetta che caratterizza la borgata ci sono delle splendide trattorie ed una schiera di casette che sembrano un presepe. Sono quelle dei pescatori adesso trasformate in piccole trattorie, taverne o piccoli negozi di souvenir.

Fonte di sviluppo del borgo di Marzamemi è la pesca e la lavorazione di prodotti ittici. La più famosa è quella della bottarga di tonno rosso, che viene lavorata usando antichi sistemi di essiccazione derivati dalla cultura arabo-fenicia.

Davanti al borgo marinaro di Marzamemi sorgono due piccole isole, una più piccola dove si trova una villa privata e l’altra più grande che si offre come ingresso ad un porticciolo di recente costruzione.
Qui alla sera, quando si accedono le luci, potrete godere di un’atmosfera davvero magica, scenario anche di numeri film, tra cui “Sud” di Gabriele Salvadores.

 

Lascia un commento